Dolce & Gabbana’s war is over?!?

20130725-102242.jpg

Hi Fashion Callers! This is a post dedicated to Dolce & Gabbana, two of the most famous Italian designers in the world and their “war” waged against the city of Milan. The two designers have always loved the city of Milan and after the sentence councilor D’Alfonso, are no longer able to keep his mouth shut about the lack of respect about their tax evasion occurred in recent years, and their condemnation to 18 months in prison and to pay a fine of 400 million euro. So to protest, but (also to increase the visibility of media controversy), closed for three days the boutiques of the city (Via della Spiga, Corso Venezia and the bar-restaurant of the same name). I must admit that dwelling in Milan, there was a lot of activity in the city and go before the windows during the Saturday afternoon in Via della Spiga and see the signs “closed for indignation,” I did a considerable effect, perhaps because if the boutiques close of the big names, they disappear the main “attractions” of the city of Milan! Finally, the controversy has changed tones, and after the reopening of the boutique, the Mayor Pisapia asked the designers to a reconciliation at Palazzo Marino. The only thing that the designers were required, although guilty of tax evasion is compared to two characters who have led in recent years, the Italian fashion, in every part of the world! When you discover the world our craftsmanship and skill. See you soon, with the new updates on the “war” of D & G;)

Comment this post!

Ciao Fashion Callers! Questo è un post dedicato ai mitici Dolce & Gabbana, due tra i piú famosi stilisti Italiani al mondo e sulla loro “guerra” combattuta contro il Comune di Milano. I due stilisti hanno sempre amato la città di Milano e dopo la frase dell’assessore D’Alfonso, non sono piú riusciti a tenere la bocca chiusa, sulla mancanza di rispetto a proposito della loro evasione fiscale avvenuta negli ultimi anni, e sulla loro condanna a 18 mesi di carcere e a al pagamento di una multa di 400 milioni di euro. Perció per protesta ma (anche per aumentare la visibiltà mediatica della polemica), hanno chiuso per ben tre giorni le boutique della città ( Via della Spiga, Corso Venezia e il bar-ristorante omonimo). Devo ammettere che abitando a Milano, c’è stato molto fermento in città e passare davanti alle vetrine durante il Sabato pomeriggio in Via della Spiga e vedere i cartelli “chiuso per indignazione” mi ha fatto un effetto non indifferente, forse perchè se le boutique delle grandi firme chiudono, spariscono le principali “attrazioni” della città di Milano!! Finalmente, la polemica ha cambiato toni, e dopo la riapertura delle boutique, il Sindaco Pisapia ha invitato gli stilisti a una riappacificazione a Palazzo Marino. L’unica cosa che gli stilisti hanno richiesto, anche se colpevoli di evasione fiscale è il rispetto a due personaggi che hanno portato negli ultimi anni la moda italiana, con il suo stile meditteraneo, in ogni parte del mondo! Facendo riscoprire al mondo la nostra artigianalità e bravura. A presto, con i nuovi aggiornamenti sulla “guerra” di D&G 😉

Commentate!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s